Clima e crisi climatica

Il clima sul nostro pianeta è sempre stato in mutamento, ma finora il riscaldamento non era mai stato così veloce. Ecco perché si parla di “crisi climatica”. A volte viene utilizzato anche il termine “cambiamenti climatici”. Che cosa si intende con questi termini? E cosa possiamo fare per proteggere il nostro clima?
La siccità non è un problema solo in Africa. Anche da noi in Europa le ondate di caldo estremo e la siccità sono sempre più frequenti. In questa immagine vedi un parco nazionale in Germania, dove, durante l’ondata di caldo del 2018, non c’era praticamente più acqua.
Corsi d’acqua prosciugati sono pericolosi anche per i pesci. I pesci sono già in difficoltà perché l’acqua, diventando più calda rispetto al normale, contiene meno ossigeno. In più le alghe crescono meglio, si espandono velocemente e i pesci hanno meno spazio per vivere.

Inondazioni

Crisi climatica non significa solo che diventa sempre più caldo. I fenomeni meteorologici estremi si verificano sempre più spesso. Quando il ghiaccio dei poli fonde, il livello dei mari si alza, provocando delle inondazioni.

Quando il clima si surriscalda, si verificano più spesso forti cicloni tropicali e violente tempeste, che a loro volta gravi inondazioni.

Cosa sta succedendo ai ghiacciai?

I ghiacciai si formano quando c’è più neve rispetto a quella che si scioglie. In alta montagna anche in estate è abbastanza freddo affinché la neve non fonda completamente. La pioggia e la neve, cadute sull’arco di molti anni, sono immagazzinate nei ghiacciai come riserva idrica.

Se diventa sempre più caldo, ogni estate una parte dei ghiacciai fonde. Questo può causare inondazioni. L’acqua a disposizione diventa sempre meno e per un periodo di tempo più lungo. Se il ghiaccio si scioglie anche l’acqua scarseggia. Soprattutto durante le estati molto secche, l’acqua scarseggia per irrigare i campi, ma anche per far funzionare le centrali idroelettriche, con cui generiamo elettricità.

Qui puoi scoprire di più sui ghiacciai.

Cosa possiamo fare per il clima?

La situazione è chiara: conosciamo le conseguenze della crisi climatica e dobbiamo agire ora.

Dobbiamo evitare che il livello del mare si alzi e che i fenomeni meteorologici estremi siano sempre più frequenti con conseguenze come incendi e inondazioni.

Dobbiamo anche evitare che numerose specie animali e vegetali scompaiano e che milioni di persone non abbiano abbastanza da mangiare o che debbano abbandonare le loro case.

Tutto questo lo possiamo fare decidendo di vivere in maniera più sostenibile, mangiando meno carne e latticini e utilizzando esclusivamente energie rinnovabili.

Centrale a carbone

Basta bruciare petrolio, gas naturale e carbone!

Petrolio, gas naturale e carbone si sono formati milioni di anni fa sottoterra e sono chiamati “combustibili fossili”. Quando vengono bruciati nelle centrali elettriche per produrre elettricità oppure nei sistemi di riscaldamento per scaldare le abitazioni, vengono prodotti gas a effetto serra. Questi gas sono responsabili della crisi climatica.

Ecco perché dobbiamo impegnarci di più per le energie rinnovabili, più rispettose per il clima.

Che cosa è l’energia rispettosa per il clima?

Quando ad esempio utilizziamo sole, legna, acqua e vento per produrre elettricità o calore, parliamo di energie rinnovabili. Il vento, il sole o l’acqua non vengono consumati completamente, ma possono essere sempre riutilizzarli. La legna invece cresce nuovamente.

Questo tipo di energia è rispettoso per il clima perché non sprigiona gas serra nocivi.

Ecco cosa fa il WWF per aiutare il clima

Il WWF informa le persone e le aziende in tutto il mondo su come risparmiare energia e passare da petrolio, gas naturale e carbono ad energie rispettose per il clima. Inoltre convince le personalità politiche a cambiare le leggi e a premiare comportamenti rispettosi per il clima, come ad esempio andare in treno al posto di volare.

Il WWF partecipa in tutto il mondo a progetti per un clima in buona salute per un clima in buona salute. Ecco due esempi:

In Madagascar, il WWF aiuta le donne che desiderano intraprendere una formazione nel campo dell’ingegneria solare. Così possono costruire impianti solari per generare energia rispettosa per il clima e allo stesso tempo assicurarsi un reddito per mantenere le loro famiglie.
Le praterie marine crescono sott’acqua nelle coste poco profonde. Come le foreste pluviali, anche le praterie marine assorbono il gas serra CO2 e contribuiscono così a proteggere il clima. In Gran Bretagna quasi tutte le praterie marine sono scomparse, il WWF aiuta a ripristinare un’enorme superficie di praterie marine.

Ecco cosa puoi fare tu!

  • Trascorri le vacanze in Svizzera (per esempio in un Campo Natura del WWF) al posto di andare lontano.
  • Sperimenta nuove ricette vegetariane e vegane al posto di piatti a base di carne e latticini.
  • Vai a scuola a piedi o in bicicletta, al posto di farti accompagnare in aiuto.
  • Ci vuole molta energia per produrre giochi, libri, apparecchi elettrici e altri oggetti. Pensaci bene: cosa potresti chiedere in prestito e cosa ti serve per davvero?
  • Chiedi alla tua famiglia con che tipo di energia viene riscaldata la tua abitazione e se la vostra banca gestisce il vostro denaro in modo rispettoso per il clima.
  • In tutto il mondo migliaia di persone scendono in piazza per dare una scossa al mondo politico. Discuti con la tua famiglia di queste manifestazioni, perché non partecipare tutti assieme?

Qui trovi altri eco-consigli per proteggere l’ambiente.